• Facebook
  • Twitter
  • Pinterest
  • Comments

Giovane, non dimenticare è una collettiva di sei artisti, curata da Marta Cereda, dedicata alla memoria.  In mostra fotografie, video, installazioni, libri in cui gli artisti raccontano i loro progenitori.

L’idea è nata dalla necessità di prendere congedo da un luogo familiare e, contemporaneamente, dall’opportunità di avere quel luogo a disposizione, così un appartamento, dove per molti anni ha vissuto una nonna, diventa l’ispirazione e la sede di Giovane, non dimenticare prima di essere consegnato ai nuovi residenti, quindi affidato a una nuova famiglia, nuovi figli, nonni, nipoti, nuovi ricordi.

Per due settimane le stanze, già ricche di storie, sono riempite delle memorie che altri nipoti (gli artisti) hanno dei loro nonni. Nessuna opera è stata commissionata per l’occasione, per mostrare un comune e libero sentire degli artisti rispetto a questo argomento.

Giovane, non dimenticare è una citazione ripresa da I fratelli Karamazov, l’ultimo romanzo di Fëdor Dostoevskij. Il catalogo della mostra è un intervento sul volume, una sovracoperta che custodisce una serie di cartoline segnalibro con i lavori degli artisti, col fine di creare un doppio livello di lettura tra l’esposizione e il testo che la accompagna.

Artisti in mostra: Andrea Botto, Marco De Sanctis, Carlo Di Pasquale, Giulia Pellegrini, Alessandro Sambini, Maja Stefin.
Giovane, non dimenticare

Inaugurazione: domenica 15 novembre 2015, dalle ore 17.00 alle ore 20.00
Dal 16 al 30 novembre 2015, apertura su appuntamento (tel 340 2375861)
Monza, via Dante 7. Condominio Tre Giardini, cit. Tarabella Cereda

Pubblicato il: 30 ottobre 2015
Tag: Marta Cereda

  • Facebook
  • Twitter
  • Pinterest
  • Comments
  • Seguici, iscriviti alla newsletter